Mindfulness e consapevolezza

Nella vita di tutti i giorni ci sono innumerevoli occasioni in cui agiamo in modo completamente automatico, senza riflettere o senza prestare davvero attenzione a quello che sta succedendo a noi e intorno a noi. Quando questo succede, noi non siamo più lì: invece, siamo nei nostri pensieri, nei nostri ricordi, nei nostri programmi per il futuro. In questo modo, una parte della nostra esperienza è andata perduta perché noi non eravamo realmente presenti. La mindfulness consiste nell’esercizio e nella pratica della consapevolezza del momento presente, momento dopo momento. Lo scopo principale della pratica della mindfulness è rendere la persona […]


vai alla scheda

La flessibilità psicologica

La flessibilità psicologica riguarda principalmente la capacità di agire in conformità a quello che è più importante per noi, in accordo con ciò che viene offerto dalla situazione presente. Immaginiamo che vi troviate in una situazione difficile, che vi dobbiate confrontare con una cosa per voi importante ma anche spiacevole, dolorosa o spaventevole. Forse si tratta di un colloquio di lavoro importante, forse della relazione con il vostro partner o con uno dei vostri figli; forse è quel senso di ansia soffocante e di catastrofe imminente che vi coglie all’idea di uscire di casa; forse è quella voglia insopprimibile di urlare e […]


vai alla scheda

Evoluzione, attacchi di panico e respirazione

Il nostro organismo possiede e utilizza quotidianamente una lunga serie di automatismi fatti per difenderci da pericoli che erano all’ordine del giorno quando eravamo cacciatori-raccoglitori: malattie, temperature estreme, ferite, predatori. Da allora l’ambiente intorno a noi è cambiato radicalmente, e nella vita di oggi dobbiamo fronteggiare “pericoli” di natura ben diversa; nonostante ciò, il modo di rispondervi è rimasto sostanzialmente lo stesso. Quindi in una situazione di pericolo percepito (o in attesa di questo) la nostra ansia aumenta, e grazie ad essa l’organismo mette in atto tutta una serie di modificazioni fisiologiche che ci […]


vai alla scheda

Ma dove hai la testa?

Vi sarà capitato di fare una cosa per non averne memoria poco dopo, come quando si guida e non ci si ricorda dell’ultimo chilometro fatto, oppure come quando si chiude la porta di casa e fatti pochi metri non ci ricordiamo più se l’abbiamo fatto. Se vi è capitata una di queste cose, non dovete preoccuparvi, poiché queste défaillances fanno parte del normale funzionamento dell’attenzione umana. Siamo presi da un pensiero, ne seguiamo il filo, e come risultato ci perdiamo alcune delle cose che accadono intorno a noi, anche se continuiamo ad eseguire quello che stiamo facendo in sicurezza (come guidare o tagliare le verdure). Tuttavia […]


vai alla scheda

Pensiero positivo e autostima?

É credenza diffusa che il pensiero positivo e l’autostima siano precondizione del benessere e del successo, e che al contrario, la mancanza di questi possa costituire un serio problema. Esaminiamo che cosa significano per il senso comune questi due elementi, per poi verificare l’effettiva utilità di questo punto di vista da “uomo della strada”. Il primo, il “pensiero positivo”, rappresenta una visione del mondo ottimistica, che cerca di vedere il buono di ogni situazione; il secondo, l’autostima, si può vederla come il pensiero positivo rivolto a se stessi. Come si vede, due concetti sono molto vicini fra loro. Occorre innanzi […]


vai alla scheda

Dott. Andrea Compiani

Ordine degli Psicologi dell'Emila Romagna - Iscrizione all'Albo n°6280, sez. A

Buongiorno a tutti.
Mi chiamo Andrea Compiani, e sono psicologo e psicoterapeuta ad orientamento cognitivo comportamentale.
Il mio lavoro consiste nell’insegnare alle persone come uscire da periodi difficili, o a risolvere problemi che stanno peggiorando la loro qualità di vita.
“Orientamento cognitivo comportamentale” significa che i metodi e le tecniche che vengono utilizzate in psicoterapia sono solo quelle sostenute dalla ricerca empirica e generalmente accettate dalla comunità scientifica.

Mi occupo di persone (adulti e adolescenti) che presentano disturbi d'ansia, stress, disturbi psicosomatici, disturbi alimentari, disturbi della sfera sessuale, gambling, dipendenze, cefalea tensiva ed emicrania, depressione, difficoltà relazionali e di coppia (e molto altro).

Per saperne di più su di me e il mio lavoro, su cosa faccio e come lo faccio, date un’occhiata al sito; oppure contattatemi direttamente!